25.4 C
Rome
CasaVariaGuida all'utilizzo dei topper per materasso: migliorare il tuo sonno

Guida all’utilizzo dei topper per materasso: migliorare il tuo sonno

Se quando andiamo a dormire il nostro corpo non si trova su una superficie morbida e confortevole, difficilmente riusciremo a prendere sonno. Uno dei trucchi per riposare bene è avere un buon topper, o sovramaterasso, un accessorio di cui difficilmente si può fare a meno quando ci si vuol fare cullare da Morfeo.

Riposa bene per dormire bene

Il sonno di qualità è fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere. Quando schiacciamo un pisolino, il nostro corpo si rigenera, la mente si ristora e così siamo pronti ad affrontare i nuovi impegni. Ma cosa succede se il nostro materasso non è abbastanza confortevole o se avvertiamo fastidio durante il riposo? È qui che entra in gioco il “topper” o “sovramaterasso”, un accessorio sempre più popolare, che può fare una differenza significativa nel modo in cui dormiamo e su come ci sentiamo al mattino.

Si tratta di uno strato di imbottitura che serve a donare più morbidezza al materasso, adattandosi al tuo corpo, e progettato per essere posizionato sopra il materasso esistente. Un investimento prezioso per migliorare la qualità del proprio sonno. La sua funzione principale è quella di migliorare il comfort e il supporto del materasso sottostante. Se ne trovano alti dai 3 a 9 centimetri, ma lo spessore medio è solitamente di 4-5 centimetri.

I diversi tipi di topper

Esistono diversi tipi di sovramaterassi, ognuno con le sue caratteristiche uniche. Attenzione, però, assicuratevi che siano topper di qualità. I più popolari sono quelli in memory foam. Questo materiale si adatta alla forma del corpo, distribuendo uniformemente il peso e riducendo i punti di pressione sulla superficie. È particolarmente adatto a chi soffre di dolori articolari o muscolari. In alternativa, si può optare per quello in lattice, fatto di un materiale naturale derivato dalla linfa degli alberi di gomma. Offre un supporto eccezionale e una buona ventilazione. È anche ipoallergenico, quindi adatto a chi soffre di allergie. Infine, il topper in gel rinfrescante è ideale nella stagione calda perché aiuta a contrastare le alte temperature, offrendo una piacevole sensazione di frescura.

Ecco quali sono i suoi vantaggi

Oltre a migliorare il proprio sonno, riducendo i risvegli notturni, il topper, facendo da filtro, aiuta a mantenere il materasso più pulito ed evita che il sudore o l’umidità corporea lo contaminino. Così, il materasso durerà più a lungo e germi e batteri si annideranno molto più lentamente. Il topper è un ottimo supporto che migliora il benessere psicofisico, quando il materasso è un po’ troppo duro. Si sposa perfettamente con un materasso a molle insacchettate. Quest’ultimo è una vera e propria rivoluzione nell’ambito delle soluzioni per dormire perché presenta svariate molle impacchettate ad una ad una, che conferiscono maggiore adattamento del corpo al proprio materasso. Inoltre, tra i pregi del topper, c’è quello di conferire uniformità al letto matrimoniale anche quando è costituito da due materassi singoli. In questo caso, infatti, grazie al sovramaterasso sembrerà che la piccola e fastidiosa fessura fra i due materassi non ci sia. E ancora, come non ricordare il migliore isolamento del movimento? Questo vuol dire che se dormi con un partner che si muove spesso durante la notte, grazie al topper avvertirai molto meno il movimento, e ciò ti consentirà di dormire più tranquillamente. Infine, da non sottovalutare, la facilità con cui si pulisce: a differenza del materasso, infatti, molti topper sono sfoderabili e lavabili in lavatrice.

articoli recenti

esplora di più